Università di Bologna

The Interdepartmental Centre for Industrial Research on Information and Communication Technologies (ICT CIRI) is the structure that the University of Bologna created in 2011 to promote, coordinate and carry out industrial research, promotion of research results and technology transfer in the field of ICT, to meet the needs of the industrial world and sustainability.

The CIRI ICT promotes the development and adoption of information and communication technologies for

* Address social challenges by setting dates, health, aging;

* Support the organization of businesses through automation and intelligent management of information, processes and products;

* Meet the needs of the people.

The CIRI ICT is the laboratory in which the University of Bologna participates in the High Technology Network of Emilia-Romagna Region, Platform ICT, with headquarters at the Technology Parks of Cesena, Forlì and Bologna. A peculiar characteristic of the CIRI ICT, which differs profoundly from the other universities, is that it has a highly qualified staff dedicated full time to the industrial research and technology transfer, firmly placed in the different offices of the CIRI. Approaching demand and industrial research offer, the CIRI ICT aims to ensure that knowledge generated through research is transformed into technologies and processes and then into marketable products and services for companies that wish to innovate sustainably.

Alessandro Capotondi

Laurea Andrea Buratti

Alessandro Capotondi ha ricevuto nel 2016 il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Elettronica, delle Telecomunicazioni e Tecnologie dell’Informazione (ET-IT) all’Università di Bologna. Dal 2016 è Assegnista di Ricerca presso il Centro di Ricerca Industriale dell’Università di Bologna per le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (CIRI ICT). I suoi principali ambiti di ricerca sono: i modelli di programmazione parallela, run-time di basso livello, compilatori e hardware design specification per architetture eterogenee parallelle embedded.

Davide Rossi

Davide rossi

Davide Rossi, laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università degli Studi di Bologna nel 2004, Master of Science in Electrical Engineering (2007) presso Università di Bologna e Tampere University of Technology (Finlandia) e Ph.D. (2012)  presso Università di Bologna. E’ stato consulente per STMicroelectronics dal 2008 al 2012, dove si è occupato di tematiche di ricerca riguardanti calcolo riconfigurabile. Dal 2015 è Ricercatore presso il dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione (DEI) l’Università degli Studi di Bologna dove si occupa della progettazione di architetture many-core ultra-low-power. Le attività di ricerca includono architetture digitali integrate, architetture di calcolo riconfigurabili, metodologie per la programmazione e ottimizzazione run-time per piattaforme multiprocessore su singolo chip, circuiti e metodologie di progettazione per la tolleranza alle variazioni e ai guasti in tecnologie nanometriche, e la progettazione digitale a basso consumo di potenza, a livello logico, circuitale e architetturale.

Giuseppe Tagliavini

Image generated by GPL Ghostscript (device=pnmraw)

Giuseppe Tagliavini ha ricevuto nel 2010 il titolo di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica presso l’Università di Bologna. E’ attulmente studente di dottorato in Ingegneria Elettronica, delle Telecomunicazioni e Tecnologie dell’Informazione (ET-IT) all’Università di Bologna. E’ anche Assegnista di Ricerca presso il Centro di Ricerca Industriale dell’Università di Bologna per le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (CIRI ICT). I suoi principali ambiti di ricerca sono: modelli di programmazione parallela per sistemi embedded, ambienti run-time di basso livello per acceleratori embedded many-core, e hardware/software design di architetture di computazione alternative.